Grazie

5

La determinazione e la coerenza di Tsipras e di Syriza, il referendum, la civiltà della lotta politica, il contegno orgoglioso e ordinato di un popolo in ansia per il proprio destino, il disinteresse per la carriera personale di Varoufakis.

Tutto questo, tutto insieme, ci sconvolge. Sconvolge i poteri costituiti dell’Europa Unita e del mercato globale, disabituati a tenere conto dei cittadini, delle vite vere delle persone, nel prendere le decisioni di politica economica.

Che smacco clamoroso alla politica dei bassi e bassissimi interessi particolari che abbiamo imparato a disprezzare in Italia, pur segretamente invidiandone i privilegi riservati a chi ne è inserito.

Che botta per ognuno di quegli umani del nostro tempo affogati nel cinismo privo di solidarietà con cui intendono il mondo.

“Ma che davvero questi fanno politica per i cittadini? Cioè sono davvero interessati a migliorare le vite di tutti e non solo le proprie?”

Si vendicheranno, sicuramente, quegli umani che rinnegano lo sviluppo morale della civiltà e ribadiscono la primordiale legge del più forte, applicata al tempo della finanza globale, del profitto illimitato come unico diritto inviolabile e della globalizzazione degli interessi. Faranno a pezzi la Grecia e i suoi capitani coraggiosi. Poi si avventeranno con cattiveria sulle carcasse, per persuadere chiunque altro ad emularli. Eppure.

Eppure oggi Alexis Tsipras, Syriza, il popolo greco tutto ci stanno dimostrando con i fatti, e non con le chiacchiere da bar o da centro sociale, che una rivoluzione è possibile. Magari non questa, non ora, ma possibile.

E non prevede né armi, né sommosse, né violenza, ma la pura, semplice applicazione della democrazia, nel potere dirompente dei suoi strumenti politici di partecipazione.

Grazie.

 

Data

6 luglio 2015

Tags

, , , , , , , , ,

Giuseppe Putignano

Un cocciuto sostenitore della tesi che si possa lavorare scrivendo solo ciò che ti piace. E' un giornalista pubblicista ma, così facendo, non lo resterà a lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top